venerdì 27 agosto 2010

Tanto chi se ne accorge?


Recentemente hanno provveduto a realizzare la segnaletica orizzontale su Via Ugo Foscolo, a nord di Aprilia. Un vero evento, considerando che tante altre strade le strisce sull'asfalto se le possono solo che sognare. Ad ogni modo, se avanza la vernice, che farne? Semplice, basta individuare uno dei tanti angoli pieni di sporcizia ed erbacce e gettarla direttamente lì! Per l'esatezza siamo all'incrocio tra Via Ugo Foscolo e la Nettunense. Un "bel" bigliettino da visita, non trovate?

7 commenti:

  1. Bravi gli operai della Multiservizi che hanno fatto l'intervento: una volta finito il lavoro si disperde la vernice rimanente nell'ambiente: Bravi davvero!!!

    RispondiElimina
  2. Direzione Multiservizi30 agosto 2010 18:43

    Buonasera. Mi è stato segnalato questo articolo, che devo dire mi ha molto deluso per la superficialità di come un blog d'informazione, possa scivolare tanto facilmente verso la diffamazione gratuita. Come pensate possano prendere un articolo del genere, non tanto la direzione dell'azienda, quanto piuttosto gli operai che hanno operato in via Foscolo? L'Asam non getta "gli avanzi di vernice", visto che la vernice costa, ma visto soprattutto che è stato attivato lo smaltimento di questo tipo di rifiuto speciale, utilizzando una ditta specializzata, che su richiesta viene a ritirare tutti i residui, contenitori compresi, all'autoparco dove sono accantonati. Addirittura, al termine della giornata lavorativa, i residui di vernice raggrumati sulla dima (la forma utilizzata per disegnare le lettere e quant'altro), vengono grattati e poi raccolti in un contenitore di vernice vuoto, proprio perché non vogliamo lasciare alcun tipo di residuo. Se talvolta ci capita di sporcare leggermente, è a causa di un possibile malfunzionamento della pistola che spruzza la vernice, ma in questo caso si tratta di pochi getti e non certo di quantità importanti. Mi sono recato questa sera stessa presso la zona fotografata, trovandola pulita. Ho constatato, però, la presenza di un cantiere privato in zona ed anche segnaletica orizzontale bianca privata, quindi non realizzata dalla Multiservizi. Considerando che l'Asam ha terminato i lavori in via Foscolo ormai da settimane viene anche me un sospetto, ma non essendo abituato a diffamare chi lavora quando non ne sono completamente sicuro, mi guardo bene dall'esternarlo pubblicamente. Cordiali saluti, Fabio Biolcati Rinaldi

    RispondiElimina
  3. Buonasera Signor Fabio Biolcati Rinaldi, è un piacere leggerla. Tuttavia non crediamo di aver diffamato nessuno, non sono stati fatti nomi, neppure dell'azienda. Abbiamo solamente constatato che a seguito della realizzazione della segnaletica orizzontale, c'era della vernice gettata nel punto fotografato. Per noi 1 + 1 fa 2, ma ci si può sempre sbagliare, sta di fatto che qualcuno la vernice ce l'ha buttata! Fra qualche giorno a pochissima distanza da lì aprirà un supermercato, forse lei ha trovato pulito perchè hanno provveduto loro a ripulire, è un'ipotesi.
    Ad ogni modo l'area commenti di questo blog serve anche a questo, se c'è da fare precisazioni intervenite senza indugio.

    RispondiElimina
  4. Egregio signor Biolcati Rinaldi, una denuncia non corrisponde esattamente ad una diffamazione, c'è una foto che testimonia il fatto, rimane solo da stabilire a chi imputabile. Sapere che alti dirigenti si recano sul posto per visionare ci fa enormemente piacere, attendiamo risposte per le altre segnalazioni similari contenute nel blog, ovviamente, ognuna da parte del dirigente o funzionario competente. Questo sarebbe considerato veramente un ottimo cambio di rotta ben apprezzato dai cittadini al di la' dell'evento stesso.
    Cordialmente la saluto augurandole buon lavoro.

    RispondiElimina
  5. Direzione Multiservizi31 agosto 2010 16:42

    Egregio sig. Merli, grazie per gli auguri, che contraccambio volentieri. Il nostro lavoro molto spesso parte da segnalazioni di cittadini, direttamente a noi o, più spesso, all'ufficio tecnologico del comune. Anzi ci è spesso difficile portare avanti le nostre programmazioni dei lavori, perché non c'è giorno che non dobbiamo dare la precedenza ad "urgenze" non procastinabili. Sono conscio che l'Asam, se negli ultimi mesi ha fatto un gran lavoro nel sociale, con miglioramenti tangibili in tutti i servizi e diminuzione delle liste d'attesa nell'assistenza domiciliare, non altrettanto è riuscita a fare nel tecnologico. Quel settore che ha l'impatto che tutti i cittadini vedono. Ci siamo concentrati molto sull'emergenza cimitero, dove era necessario rendere disponibili loculi, sulle buche stradali, sulle manutenzioni degli edifici scolastici e comunali. Non altrettanto siamo riusciti a fare per il degrado diffuso nella città, il verde pubblico, soprattutto per quando riguarda le aree non attrezzate. Tutte quelle "piccole" manutenzioni (marciapiedi, rotonde, pali incidentati), sulle quali non riusciamo mai ad intervenire perché c'è sempre qualcosa di più urgente da fare. Speriamo di riuscire a fare meglio in futuro. Mi faccia anche dire che apprezzo quello che fate, che dimostra amore per la città e voglia di rendere Aprilia più vivibile. Abbiamo bisogno di questo amore e questa voglia, così come Aprilia ha bisogno di persone che vogliano impegnarsi e contribuire in qualche modo. Cordiali saluti, Fabio Biolcati Rinaldi

    RispondiElimina
  6. Non sempre si riesce a far trasparire le proprie intenzioni ma...quando queste vengono colte per il loro giusto verso non può che farci veramente piacere, mi creda.Solitamente noi ci rivolgiamo ai cittadini per indurli a modificare i loro/ nostri comportamenti dettati da abitudini e vezzi non più tollerabili in un paese civile.Quando ci rivolgiamo alle amministrazioni lo facciamo consci della pesante situazione economica cittadina senza mai richiedere...OPERE FARAONICHE richiediamo per lo più veri cambi di rotta percepibili, sterzate, direbbe un automobilista nella gestione dell'ordinario e della manutenzione; le uniche cose che il cittadino percepisce immediatamente. Biolcati, la sua risposta ci piace, le auguriamo nuovamente buon lavoro e cordiali saluti.

    RispondiElimina
  7. ...ma qualcuno del Comune, aldilà delle belle chiacchiere in rete, ha provveduto a rimuovere il problema???

    RispondiElimina