sabato 4 dicembre 2010

Ennesimo cestino "fai da te"


Un altro cestino "fai da te" comparso ad Aprilia, in Via Cattaneo, nel parcheggio da dove partono le corsette del trasporto urbano. Naturalmente non può ritenersi una soluzione adeguata ed è assolutamente insufficiente a contenere i rifiuti, basta vedere come la metà di essi è al di fuori. Ma come, ci domandiamo noi, si fa una manovra da 5 milioni di Euro grazie alle maggiori entrate del Comune dovute alla riscossione diretta dei tributi, e poi non trovano pochi spiccioli per comprare due cestini?

venerdì 3 dicembre 2010

giovedì 2 dicembre 2010

Largo delle Rose (atto 2°)


Ecco la vera forza della natura! Una radice può fare questo? Si, se viene aiutata dal menefreghismo di chi ha il dovere di mettere a posto queste cose...
Serena

Largo delle Rose (atto 1°)


Largo delle Rose, oppure lo scenario di qualche film di fantascienza dove creature demoniache si fanno strada dissestando il terreno dove camminano?
Serena

mercoledì 1 dicembre 2010

Impianti pubblicitari, il regolamento

Si è svolta ieri mattina la prima commissione urbanistica convocata dal presidente Renzo Caissutti. I presenti hanno approfondito gli aspetti concernenti la proposta del nuovo piano generale degli impianti pubblicitari già discussa durante l’ultima riunione del 23 novembre. Il piano in sostanza regolamenta il mantenimento e l’inserimento dei nuovi impianti pubblicitari e delle affissioni nel territorio comunale. «Dopo vari colloqui con la polizia locale e con il settore commercio – ha commentato l’assessore all’urbanistica Antonio Terra – abbiamo rivisto alcuni dettagli del piano presentato nella scorsa riunione. Nello specifico sono stati posti limiti più severi alla sosta della pubblicità itinerante e alla disposizione degli striscioni pubblicitari nei pressi degli incroci Nettunense – via Foscolo e Nettunense – via Matteotti. È stata inoltre eliminata la scadenza triennale per l’autorizzazione delle insegne d’esercizio. Infine, abbiamo previsto l’impegno, da parte dei soggetti che ottengono l autorizzazione, a fornire degli impianti pubblicitari di servizio per la pubblica affissione». L'attenzione dei commissari è successivamente passata alle richieste di installazioni delle antenne radio base pervenute all’ente. Ad introdurre il punto all’ordine del giorno è intervenuto l’assessore Terra «Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto la richiesta, da parte della Vodafone, di installare delle antenne in 5 siti comunali. Di recente, infatti, è stata rimossa l’antenna nel quartiere Grattacielo di Aprilia. È volontà dell’amministrazione incontrare i rappresentati della società di comunicazioni mobili,valutare le loro richieste e portare nella prossima commissione i risultati dell’incontro». Ulteriori richieste sono state presentate anche dalla Ericsson. «Rimuovere un grande dispositivo – ha aggiunto l’assessore all’ambiente e all’ecologia Alessandra Lombardi – a favore di una rete capillare è innanzitutto meno dannoso. C’è da aggiungere anche che i proventi di un eventuale contratto con la società possono essere utilizzati a beneficio della collettività piuttosto che di un singolo cittadino».

Fonte Il Territorio


Pare di capire che verranno mantenuti gli orribili cartelloni pubblicitari che vediamo in giro per il nostro territorio (i più odiosi sono quelli davanti ai parchi pubblici, ma anche quelli sulle strade extra urbane non scherzano), che sono delle più svariate misure e dall'aspetto estetico assolutamente discutibile, in più ne verranno autorizzati degli altri. Infatti questa frase ci inquieta non poco: 
"il mantenimento e l’inserimento dei nuovi impianti pubblicitari e delle affissioni nel territorio comunale."
A chi giova tutto ciò? Di certo non alla città e neppure alla vista degli apriliani, già ampiamente provata da tutte le schifezze che ci sono in giro. Semmai andrebbero scalciati, non di certo seminati in aggiunta agli esistenti. Questo significa che ad Aprilia non si dovrebbe fare pubblicità? Assolutamente no, azzeriamo l'esistente e posizionamo la cartellonistica su standard europei e teniamo conto di tutte le prescrizioni dettate dal codice della strada che regolamentano l'installazione degli stessi. Cosa dice in merito il CDS? Per visionare la normativa vigente collegatevi a questo link: 
http://www.aci.it/index.php?id=511
Comunque prepariamoci a contrastare l'eventuale "sacco" della città, con tutti i mezzi leciti che abbiamo a disposizione.

martedì 30 novembre 2010

Fare di necessità virtù

Le strade si sgretolano, questo è sotto gli occhi di tutti, e i pezzi d'asfalto che si staccano da questa o quella via della città, il più delle volte non vengono neppure rimossi. Succede allora che alcuni cittadini hanno pensato bene di utilizzarli come elemento decorativo in un giardino pubblico, al posto delle consuete pietre. Di certo non sarà un bel vedere, ma noi questo c'abbiamo (e forse questo ci meritiamo) e ci dobbiamo accontentare.

lunedì 29 novembre 2010

Trofeo Caronte di nuovo alla Nettuno-Roma

E per il terzo anno consecutivo la FR8 Nettuno-Roma conquista il per nulla lusinghiero “Trofeo Caronte” di Legambiente, il premio assegnato alla peggiore tratta ferroviaria del trasporto locale. I test di viaggio sono stati portati a termine nella mattinata di lunedì 22 Novembre sulle otto linee frequentate ogni giorno dai 360.000 pendolari laziali. I viaggiatori volontari di Legambiente coinvolti nella gara sono partiti da Monterotondo (RM), Roviano (RM), Anguillara (RM), Velletri (RM), Ladispoli-Cerveteri (RM), Cassino (FR), Monte San Biagio (LT) e Padiglione (RM), con l'obiettivo di raggiungere la capitale entro le ore 8:30. La linea ferroviaria Nettuno-Roma Termini è risultata la più "indecente" tra tutte le tratte ferroviarie, non solo per il ritardo accumulato, ma soprattutto per le pessime condizioni in cui versano le carrozze destinate al trasporto dei passeggeri, la squallida qualità dei servizi con bagni inagibili e controllori fantasma, l'estremo affollamento su tutta la linea, nonché le fermate abbandonate. Nel rapporto non vengono menzionate le innumerevoli porte bloccate che creano grande disagio ai passeggeri, e neppure i problemi di condizionamento che spesso si avvertono sulle vetture, anche l'accattonaggio non viene citato, tuttavia gli abituali frequentatori di tale linea conoscono benissimo questi annosi problemi.

Imbrattatori contro sporcaccioni

Nelle società più avanzate i bidoni della spazzatura sono un antico ricordo, ormai la raccolta porta a porta è la regola e funziona alla grande. Qui ci si sta provando nel quartiere Montarelli, con enormi difficoltà: avete visto sul quindicinale Il Pontino quella fotografia in cui viene mostrata una cabina telefonica traboccante di rifiuti? In ogni caso il resto della città continua a mantenere i vecchi contenitori per la differenziata e l'indifferenziata, ma nonostante questo molti incivili continuano a depositare l'immondizia a terra, il più delle volte per pigrizia, e questo è davvero un bruttissimo bigliettino da visita per Aprilia. In qualche caso si è pensato di contrastare questo diffusissimo malcostume scrivendo direttamente sui cassonetti, in modo da spiegare come vanno conferiti correttamente i rifiuti, tuttavia il "fai da te" non fa altro che aggiungere degrado a degrado, e a rimetterci come al solito è il decoro urbano.